La Georgia è da sempre un “ponte” che unisce l’Europa all’Asia. Secondo la mitologia greca la Georgia era la “Colchide”, quella “terra favolosamente ricca situata alla periferia misteriosa del mondo eroico”. La Colchide fu anche scelta da Apollonio Rodio per le sue “Argonautiche”, dove narrò del fantastico viaggio di Giasone e dei suoi valorosi compagni a bordo della nave Argo alla ricerca del Vello d’Oro. La Georgia è un crogiolo di arte, cultura, natura, bellezze uniche e paesaggi mozzafiato unito imprescindibilmente ad un’ospitalità autentica, vera, sentita e sincera. In mezzo a tanta “semplice bellezza” si percepisce chiaramente che quella fede nella libertà, quella fierezza, quella cordialità, quella calda ospitalità e quel rispetto per l’ospite sono un valore antico, inestimabile, onesto che viene dal cuore e che affonda le proprie radici nella cultura millenaria di quel popolo. Il nostro impegno è diffondere in Italia la conoscenza della storia, della cultura, dell’arte e delle tradizioni della Repubblica di Georgia ed è indirizzato all’universo delle persone di buona volontà, ovvero a tutti coloro che vogliono arricchire la loro conoscenza, aprire la loro mente e far crescere ed affermare una globale cultura della pace. Crediamo infatti fortemente che solo la piena conoscenza pacifica e solidale, della storia, della cultura, dell’arte e delle tradizioni di un’altra nazione possa costituire l’unico corretto approccio al superamento di eventuali diffidenze e/o presunte differenze tra varie culture, tra varie realtà. Ringraziamo tutti coloro che ci seguono nelle nostre iniziative, auspicando la curiosità ed il coinvolgimento delle giovani generazioni in quanto fermamente convinti che proprio i giovani possono essere ambasciatori di cultura, di amicizia e di pace tra tutte le nazioni della terra.

                                                                                              Claudio Cerrai e Tamila Gvelesiani

3-foto1-foto 2-foto