Shota Rustaveli

Poeta originario della Georgia del XII secolo, considerato unanimemente in Georgia uno dei più grandi esponenti della letteratura medievale.

Vissuto nel XII secolo e’stato l’autore più blasonato della nazione Georgiana per le sue opere letterarie tra cui “Il cavaliere con la pelle di pantera”.

 

Rustaveli, principe della Georgia, visse quasi contemporaneamente all’altra icona della nazione Georgiana, la Regina Tamara di Georgia.

 

E’ stato anche ottimo pittore, affrescando alcuni monasteri georgiani di notevole rilievo.

 

Tuttavia della sua vita si è tramandata nel tempo pochissima biografia, e ciò ne ha alimentato la leggenda, in particolar modo circa la sua nascita, la sua morte, le sue radici culturali, ed i viaggi che,  si narra, siano stati poi anche la causa della sua morte durante uno dei tanti viaggi in oriente, pare inviato dalla Regina Tamara.

 

Il significato in lingua georgiana del nome del poeta è “Signore di Rustavi”, citta a sud della Georgia.

 

“Il cavaliere con la pelle di pantera” fu pubblicato per la prima volta nel 1712 da una casa editrice di Tibilisi fondata da Sulxan-Saba Orbeliani con l’aiuto del Re Vaxtang VI, e fu tradotto in molte lingue.

 

L’Accademia Georgiana delle Scienze (Tbilisi) conserva ancora alcune pagine del poema piu famoso della Georgia.

In sua memoria la Repubblica di Georgia ha istituito il premio di più elevato valore nel campo della letteratura e dell’arte.

 

Portano oggi il suo nome la strada principale della capitale Tibilisi, l’Accademia Nazionale del Teatro, l’Istituto Nazionale di Letteratura, l’Accademia delle Scienze ed anche la stazione metropolitana.